Nina Ricci

Nel 1932, Nina Ricci fonda la sua casa di moda parigina. Un marchio di eleganza, che sarebbe diventato famoso per rappresentare la femminilità attraverso uno stile sofisticato e lussuoso, ma volutamente disinvolto.

Combinando i materiali sontuosi con morbidi drappeggi, la sartoria e la sua capacità di catturarne l'essenza, il marchio Nina Ricci è diventato sinonimo di moda contemporanea. Il suo obiettivo principale era quello di canalizzare la personalità di ogni donna, proponendo un guardaroba classico che privilegiava la naturalezza rispetto all'ostentazione.

I prodotti maschili hanno sempre fatto parte dell'universo Ricci, in particolare con la boutique Ricci Club, in via François 1er, e il successo del profumo "Ricci Club" nel 1989. Nata a Torino nel 1883, Nina Ricci si trasferisce a Monaco con la sua famiglia. Si è poi stabilita a Parigi, dove ha trascorso 20 anni a perfezionare la sua arte come couturier e a sviluppare la sua insuperabile competenza tecnica. Immersa nel savoir-faire parigino, ha perseguito la sua missione di far apparire le donne belle con uno scintillio giovanile. Quando indossava i suoi disegni, essi apparivano sottilmente freschi e graziosamente composti, come un fiore a primavera.

Coronavirus - Impatto

Il nostro stato in tempo reale